Il sushi più buono del mondo e la “Casa Lumaca” : l’edificio più bizzarro dell’universo!

Soffia il vento su Sofia e, così, anche noi siamo sbarcati qui a Dicembre, per i suoi mercatini natalizi. Cosa abbiamo scoperto? che la bulgaria non è fatta solo di pensionati italiani che vengono qui per vivere, o sopravvivere, ma per dare un morso a questa città che ha le sembianze di una Meringa, dai mille ricordi e sfumature e dal profumo di Russia.

Dove abbiamo soggiornato?

BEST WESTERN PLUS Bristol Hotel, 69, Bul. Hristo Botev, Sofia 1303.

Abbiamo soggiornato qui 4 notti. Non è nel centro storico, ma bisogna camminare circa 5-10 minuti per raggiungerlo. Ha un servizio eccezionale. La città non è grandissima, si visita in 3 giorni netti e con tutta calma. Tutto, qui,  è raggiungibile a piedi. L’hotel è delizioso, con stanze dotate di tutti i comfort. Sembra di vivere nel Romanticismo, con una donna delle pulizie eccezionale. Come si vede nella foto, ogni “cosa” era sempre al suo posto. Avrei voluto conoscerla a fine vacanza, ho detto tutto. La colazione era ottima, offriva molto, sia per il dolce che per il salato e con uno yogurt eccezionale. Non sò se  sapete che lo Yogurt Bulgaro è la varietà di yogurt più popolare al mondo ed è noto , da lungo tempo, per i suoi notevoli benefici, per le sue caratteristiche probiotiche, ma, specialmente, per il suo potere di migliorare la salute e allungare la vita. Insomma, è un posto che scalda il cuore, anche grazie allo staff. Di fronte l’Hotel, c’è un locale di cibo “Soup 24”, NON ANDATE! potrebbe sembrar buono, ma attenzione: è la fame a dare cattivi consigli!

Prezzo Hotel:€ 187,20, per camera matrimoniale,4 notti e colazione.

Da e verso l’aeroporto?

taxi

Siamo atterrati a Sofia con la compagnia aerea Wizz Air, che, per chi ama l’est Europa, ha dei prezzi molto competitivi. Anzi, ne approfittiamo per dirvi che, chi volesse immergersi nelle meraviglie dell’est ed approfittare delle occasioni circa i voli, può dare un’occhiata al Wizz Discount Club (https://wizzair.com/it-IT/travel_services/Wizz_Xclusive_Club). Noi abbiamo aderito, risparmiando in due circa 40/50 euro. Un’altra opzione della Wizz, molto conveniente, specialmente in queste zone, calcolando che la loro valuta è minore dell’euro (1 Lev = 0.5 €), è il Wizz Taxi. Per arrivare in Hotel, dall’aeroporto, lo abbiamo preso, spendendo circa 13 € in due. Se fate la stessa scelta, vi attenderanno in aeroporto, come in foto, per poi accompagnarvi “all’auto taxi”.

Invece, per ritornare in aeroporto, abbiamo preso il taxi dell’hotel (prenotandolo un giorno prima nella hall), pagando 8 euro a testa.

Dove mangiare?

Manastirska Magernitza, in ul. Han Asparuh 67;

A pochi passi dalla Vitosha, strada descritta più in basso, sorge questa struttura, dallo stile medievale, molto conosciuta ed apprezzata per la tradizione bulgara dei suoi cibi e dell’arredamento.

Edo Sushi & Teppanyaki, ulitsa Georgi S. Rakovski“ 96, Sofia.

Abbiamo mangiato qui per ben due volte, in pochi giorni di vacanza. Questo sushi sarà il ricordo più bello di Sofia! Buonissimo, di qualità e ad un prezzo bassissimo! Avrei prolungato la vacanza solo per questo ristorante. Calcolando che non amo, o amavo, il sushi, questo ristorante mi ha stregata. Abbiamo provato molte delle sue varietà. Lo trovo delicatissimo, gustosissimo e la meraviglia è che l’alga si scioglieva in bocca. Lo amo!

Chevermeto – Traditional Bulgarian Restaurant, in bul. Cherni vruh 31;

Altro locale tipico bulgaro, consigliato di sera per i suoi spettacoli. Poichè non è semplice arrivarci, è consigliato un taxi.(Anche questi ultimi molto economici e, infatti, potreste approfittarne per muovervi solo con questi). Non è semplice individuarlo, perchè si trova all’interno di un struttura “poco chiara”.

Consigliati sono anche: il Divaka in ul. Gladston 54; il Hadzhidraganovite kushti in ul. Kozlodui; il Bay Gent Cho in Kniaz Dondukov Blvd. al civico numero 15; il Pri Yafata in ul. Solunska 28, Restaurant Shtastliveca in Sofia Bul. 27,” Vitosha”, Raketa Rakia Bar in Qnko Sakuzov 17. Solo per citarne alcuni.

Cosa mangiare?

Essendo a Sofia, abbiamo deciso di provare ( come sempre) solo piatti tipici bulgari, per immergerci nella loro cultura. Li consigliamo vivamente. Di seguito, i piatti tradizionali che dovreste assolutamente assaggiare una volta sul posto. Oltre alle zuppe, con la quale,spesso, iniziano un pasto, troviamo molti piatti a base di agnello.

il Tarator: si tratta di una zuppa fredda, fatta con yogurt, acqua, cetrioli, prezzemolo, finocchio e noci macinate. (Manastirska Magernitza)

p1

Il dolce Kadaif, pasta fillo croccante con pistacchi e miele (Manastirska Magernitza)

p2.jpg

La Musaka preparata con patate e carne macinata (Manastirska Magernitza)

p3

Shopska Salata, che è una sorta di contorno misto, preparato con pomodoro, cetriolo, peperone arrosto e formaggio bianco grattato, che viene di solito alternato con il contorno di melanzane, pomodori e peperoni che compone la Kiopolu. (Chevermeto)

Shkembe Chorba, una zuppa a base di budella di agnello o di maiale;

Kebapcheta, ovvero le polpette di di carne di mucca e maiale o la carne Shishcheta, spiedini di agnello.

I dolci più conosciuti sono Baklava, dessert ricco di zucchero (o miele) e frutta secca originario della Turchia, e il Banitza,  pietanza a base di pasta fillo o pasta sfoglia, farcita con una crema di uova, yogurt greco e formaggio feta .

Questo, invece, è quello che abbiamo mangiato da Edo Sushi & Teppanyaki.

Guardate e capirete! ^-^

Cosa bere?

Rakia, un superalcolico simile alla vodka; la Mastika, liquore a base di masticha, una resina raccolta dal lentisco, un piccolo albero sempreverde originario della regione mediterranea, la Menta, la Grozdova, acquavite di uva, o la Silvova, acquavite di prugna.

Cosa vedere?

La Chiesa Monumentale di Aleksander Nevski, ingresso libero; h 7-19. E’ per me la meraviglia di questa città e mi ricorda tanto una meringa. Da vedere, con le diverse colorazioni che il cielo offre. Magari in diversi momenti della giornata. Raggiungibile a piedi dall’Hotel.

 

Cattedrale di Sveta Nedelya, ingresso circa 2 Lev, h 7-18. Uno dei principali punti di riferimento della città, grazie alla particolare cupola. All’interno sono visibili alcuni affreschi in stile bizantino e si dice contenga le spoglie dell’eroe nazionale medievale Stefan Milutin. Raggiungibile a piedi dall’hotel.ca.jpg

Chiesa russa di San Nicola (Tsurkva Sveta Nikolai). In tipico stile russo-bizantino, dai colori brillanti all’esterno e molto suggestiva. Raggiungibile a piedi dall’hotel.chi

Gradska Gradina, il piccolo parco della città è una piacevole oasi verde nel cuore di Sofia.

Presidenza della Repubblica, l’ufficio del presidente bulgaro non è aperto al pubblico, ma lo è la cerimonia del cambio della guardia e non si può non guardare. Raggiungibile a piedi dall’hotel.
par.jpg

Palazzo della Cultura, sorge in una splendida piazza a pochi passi dalla Vitoshka, con aree verdi e fontane. Clima permettendo, è il tappeto giusto per una piacevole passeggiata. Esso, chiamato anche NDK rappresenta una delle più importanti sale congressi al mondo.

Chiesa di Sveta Sofia. Splendidi resti, conservati ed incastonati all’interno della neo-Sofia. E’ la più antica chiesa della capitale. E’ un pò nascosta e si trova tra le braccia di un palazzo imponente. Raggiungibile a piedi dall’hotel.

 

Vitoshka Boulevard, strada principale dello Shopping, con varie soste culinarie. Inoltre, i il monte Vitosha ha sempre gli occhi puntati su di lei. Raggiungibile a piedi dall’hotel.v1

Sofia è il posto ideale per chi non vuole spendere molto e godersi una vacanza al meglio pur vivendo le stesse emozioni dell’atmosfera natalizia in qualsiasi altra parte del mondo. Dal 20 novembre al 20 dicembre, circa, ci sono i Mercatini di Natale e, oltre a fare shopping, potrete assaggiare tutta una serie di cibi, che i bulgari propongono. Consiglio di fermarsi a mangiare qui , qualche volta, sopratutto di sera. Raggiungibili a piedi dall’hotel.

Mall of Sofia, il centro commerciale, più grande e animato di Sofia,  si trova a pochi passi dal nostro hotel. Nel periodo Natalizio, ancora di più.sofia

Narodno Sabranie, enorme piazza, che ospita la statua dedicata ad Alessandro II zar di russia. Nell’edificio di fronte ad essa, sono presenti, durante l’anno, numerose mostre, per noi c’era Picasso. Raggiungibile a piedi dall’hotel.

Statua di Santa Sofia. Ammirate la maestosa statua in bronzo e rame dedicata alla santa patrona della capitale bulgara, simbolo della città e ottimo punto da cui raggiungere le altre principali attrazioni del centro. Raggiungibile a piedi dall’hotel.12347840_10208353385460910_6962968105906973294_n

Ivan Vazov National Theatre, la foto è stata scattata proprio durante il periodo dei mercatini natalizi e,per questo, vedete tutte queste luci. Raggiungibile a piedi dall’hotel.12311309_10208360502718837_5792605086107783603_n.jpg

Il ponte delle aquile.12308435_10208364245012392_5843780653334820410_n

Vasil Levski, lo stadio.12308498_10208364241812312_6630633092058382208_n.jpg

Altro da visitare?

  • National Historical Museum
  • Banyabashi Mosque
  • National Museum of Natural History
  • Sinagoga di Sofia
  • Chiesa Santa Sofia
  • Lake Ariana
  • Sveta Petka Samardjiyska

Quando andare?

Come abbiamo fatto, sceglierei comunque il periodo di dicembre, così per vivere i mercatini Natalizi e, magari, incontrare la neve. Dato il suo paesaggio, si presta bene per un weekend invernale. Inoltre, solo qui si può trovare il prezioso olio di rose, unico e famoso in tutto il mondo.

Escursioni consigliate?

Boyana Tsarvka, raggiungibile dal centro città, o con un taxi o con un tour organizzato o attraverso l’autobus 63-64, che passa nella zona Università. Il viaggio dura circa un’ora e poi una passeggiata di circa 15 minuti. E’ una chiesa, patrimonio dell’UNESCO, immersa nel verde, piccola ma piena di affreschi.

Montagna Vitosha. La Vitoša (in bulgaro cirillico: Витоша) è un massiccio montuoso situato nelle immediate vicinanze di Sofia, la capitale della Bulgaria. Il monte rappresenta uno dei simboli della città di Sofia ed è il luogo più vicino alla capitale per la pratica dell’escursionismo, dell’alpinismo e dello sci. Il centro cittadino è collegato alla montagna con gli impianti di risalita di Simeonovo e Dragalevci, due sobborghi della capitale, e con comode linee d’autobus. Il massiccio ha la forma di un’enorme cupola.

Boyana Waterfall. Una volte giunti alle Montagne della Vitosha, vale la pena andare a vedere la cascata Boyana, alta 15 metri,

Iskar Reservoir. L’Iskăr o Isker (in bulgaro: Искър) è il fiume più lungo (368 km) della Bulgaria, affluente di destra del Danubio.

La bulgara “Casa Lumaca” a Simeonovo, un quartiere residenziale di Sofia, guida la classifica degli edifici più strani del mondo.

snail-house
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), default quality

La guida consigliata online è http://shop.lonelyplanetitalia.it/bulgaria/bulgaria/sofia-capitolo-2 , oppure, quanto letto in formato PDF Guida_Sofia_amiamocie@com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...