Alla scoperta della favola di Bruges.

La nostra avventura inizia così:

1 Tappa: treno Italo. Ore 6.25 da Napoli, con arrivo a Roma alle 7.35.  19 euro a persona. Sempre puntuale.

2 Tappa: Terravision. Abbiamo preso sia l’andata che il ritorno. 8 euro a testa. Terravision delle ore 8, misteriosamente scomparso. Prossimo orario 9.10. COOOOOSAAAA? TROPPO TARDI! PERDIAMO L’AEREO. PRENDIAMO UN TAXI!

Quindi secondo tentativo della 2 tappa: taxi diretto a roma fiumicino. SBAMMMM! 47 euro , costo della tratta fissa.

3 Tappa: volo da roma fiumicino per Ostenda, delle ore 11.05 con Jetairfly. Costo per due persone € 139,96. Arrivo previsto per le 13.35.

“Volo spostato di 40 minuti. Volo spostato di altri 40 minuti. Il volo parte, forse alle 17. La compagnia vi offre il pranzo”

Panico! Non possiamo non partire!

E’ così, come una scena del Titanic mista alle espressioni del magico Fantozzi, scopriamo che il volo partirà, forse, alle 21, ma che c’è una misteriosa possibilità di prendere un aereo, della stessa compagnia, diretto ad Anversa e, qui, un bus porterà ad Ostenda. Ma, se nel film le scialuppe erano troppo poche per i passeggeri,anche su questo volo i posti disponibili erano solo 50 e noi 84.

Inizia così la corsa alla salvezza. Ce l’abbiamo fatta.  Volo per Ostenda preso alle ore 18 con atterraggio alle 20. Le ultime persone in fila hanno fatto il testa o croce per meritare anche loro un posto.

Atterriamo ad Anversa, il bus, dopo vari episodi e litigi, ci porta direttamente a Bruges, poichè a quell’ora non avremmo trovato nulla di pubblico che si muovesse.

Arriviamo a Bruges alle ore 23.30 anche con un nuovo clima, un pò più “invernale”, stanchi ed infreddoliti perchè la fortuna ci ha assistiti sin dall’inizio.

Arriviamo noi in Belgio ed anche l’inverno è ritornato.

Ma finalmente: “Benvenuti a Bruges…il posto delle favole”

Dove abbiamo soggiornato?

Hotel Het Gheestelic Hof. Heilige Geeststraat 2, Centro storico di Bruges, a pochi passi dalla piazza principale MARKT. 3 notti, senza colazione, € 297 , camera doppia.

Un bellissimo ed accogliente albergo che rispecchia la magia di questo posto. Consigliatissimo.

Da e verso l’aeroporto?

v

Per Bruges, date le piccole dimensioni del Belgio, si possono optare diverse soluzioni. Le consigliate sono due.

Roma Fiumicino – Ostenda (Consigliato), una volta giunti nella piccola marittima Ostenda (anch’essa da visitare), in poco tempo, con il bus 6, al costo di 3 euro, si raggiunge la stazione di Ostenda, nella quale, con un ticket al costo di 4 euro, si raggiunge la stazione di Bruges, in una sola fermata. Per il centro città, dalla stazione, sicuramente un taxi al costo di circa 7 euro è più comodo, ma vi assicuro che la passeggiata tra canali e verde, di circa 15 minuti, verso il centro, vale più, in questo caso, della comodità.

13335575_10209899529113535_6493452174080810810_n

Napoli – Bruxelles (o Anversa) Essendo di dimensioni ridotte il Belgio, da qualsiasi stazione locale, ci sono i treni che attraversano tutte le città a prezzi abbastanza contenuti, con dei tempi di circa 2 ore fino  alla stazione di Bruges.

Dove mangiare?

Cambrinus, Philipstockstraat 19. Tipico pub belga, quindi in poche parole: birra eccellente (in tantissime varietà) e cibo davvero ottimo.

Petite Cafè, Markt 34. Situato nella piazza principale, nessuno potrebbe aspettarselo ma il cibo è tra i migliori. Consigliato: il Waterzooi di pollo ed il filetto con salsa di funghi e spezzatino cotto alla birra. Abbiamo mangiato qui per ben due volte.

Mangiare a Bruges è una spesa non indifferente,ma l’acqua costa sempre più di tutto.

Cosa mangiare?

La cucina della zona di Bruges, e in generale tutta la cucina belga, è fortemente influenzata dalla vicinanza con il mare: non deve stupire, dunque, che ci siano moltissimi piatti a base di pesce e crostacei che dominano i menù dei ristoranti della cittadina. Tra i molti piatti, si ricordano la zuppa di pesce, assolutamente deliziosa e perfetta per le mezze stagioni e per l’inverno, quando le temperature non sono poi così calde e i filetti di aringa da “latte” Jefke, serviti freddi e accompagnati da fagioli bianchi. Tra i piatti principali della città si ricordano le zuppe, preparate in diverso modo, da quelle di verdure a quella al cavolo, panna e prosciutto crudo, senza dimenticare la crema di piselli, di porri e di rabarbaro. Molto diffuse sono poi le torte salate (spesso a base di cavolino di Bruxelles).

Crocchette di gamberetti

1

Crocchette al formaggio

2

Uno dei secondi piatti più celebri è il waterzooi, originario di Gent ma diffusosi a macchia d’olio in tutto il Paese e soprattutto nella vicina Bruges: si tratta di un piatto di pesce o pollo condito con panna, ortaggi e verdure (spiccano porro, carote, sedano, rape e patate).

3

Spezzatino cotto alla birra

4

Il piatto per eccellenza: cozze con  patatine fritte.

Come terminare un pasto?

Il cioccolato. Il Belgio, come la Svizzera, vanta una consolidata tradizione cioccolatiera, come dimostrano anche rinomati maître chocolatier, come Neuhaus, Côte d’Or, Leonidas e Godiva. Per saperne di più, potete sempre visitare il museo dei cioccolato di Bruges,il Choco-Story, situato nella St Jansplein. Entrate nelle cioccolaterie che dominano ogni sua strada e mangiate mangiate mangiate! Da provare anche i waffels! Un’altro store di cioccalato consigliato è Chocoholic.

w.jpg

Cosa bere?

La birra. In Belgio, si producono oltre 600 tipi diversi di birra, nella maggior parte dei locali di Bruges potrete trovare più di cento varietà diverse. Si va alle più commerciali come Jupiler, Maes o Stella Artois alle corpose birre tradizionali, come Leffe, Grimbergen, Hoegaarden, Affligem. A  Bruges, si trova il birrificio, visitabile, De Halve Maan e produce la Brugse Zot. Si può degustare la birra e pranzare nella brasserie annessa. Ma la birra qui non è buona solo da bere: è infatti uno degli ingredienti usati in cucina per la preparazione di diversi piatti, allo stesso modo del vino per altri paesi. Ricette a base di carne o pesce, imbevuti di birra, sono infatti una costante della cucina belga: tra tutte spiccano le cozze alla Bruegel e il consommè di malto.

13344554_10209899488392517_8027567254584839000_n

Questo birrificio di Bruges, uno dei piu’ noti ed avanzati (tra poco saprete il perchè), ha realizzato il condotto per il trasferimento della birra dal centro di produzione, in pieno centro città, a quello di imbottigliamento, in periferia.
Il birrodotto è lungo 3 km, transporterà circa 4 mila litri di birra all’ora, evitando così il trasporto di birra con 500 camion l’anno e non solo…chi più ne ha più ne metta, cominciando dalla riduzione dell’inquinamento e dalla riduzione del traffico cittadino.

ccattura

Cosa vedere?

La Piazza del Mercato, (Markt), è la piazza centrale che si trova nel cuore di Bruges.

Basilica del Sacro Sangue

La chiesa di Nostra Signora è una chiesa cattolica di Bruges, in stile gotico brabantino. La torre misura 122 metri di altezza ed è la più alta del Belgio dopo quella della Cattedrale di Anversa.

c

Il Beffroi di Bruges è la torre civica (conosciuta anche col termine francese Beffroi) medievale nel centro storico di Bruges, in Belgio. È uno dei simboli più importanti della città, ospitava, in passato, un tesoro e gli archivi comunali e fungeva da punto di osservazione per avvistare gli incendi e altri pericoli. Una stretta e ripida scalinata di 366 gradini, accessibile al pubblico pagando un biglietto di entrata, conduce alla sommità dell’edificio (83 metri di altezza).

b1

Begijnhof, Un beghinaggio è una serie di piccoli edifici usati dalle beghine, che erano confraternite laiche secolari, fondate nel XIII secolo nei Paesi Bassi da pie donne cattoliche.

b1

La cattedrale di San Salvatore, o in nederlandese Sint-Salvatorskathedraal, è la chiesa principale della città di Bruges in Belgio.

La Gruuthuse è un museo di Bruges, specializzato nell’arte applicata o decorativa con reperti dal XIII al XIX secolo. Occupa un grande palazzo medievale, affacciato sul canale Dijver.

Provinciaal Hof

h1.jpg

Quando andare?

Il periodo migliore per visitarla è tra Maggio e Settembre, il periodo più caldo, ma non si può di certo rinunciare ad un Dicembre per vivere al meglio il sogno Natalizio. Considerate che il vostro clima ideale deve contemplare la favolosa passeggiata nei canali di Bruges: costo 8 euro.

13319898_10209899528793527_751517877908805729_n

La guida consigliata online è http://shop.lonelyplanetitalia.it/europa/belgio-e-lussemburgo/brugge-e-fiandre-occidentali-capitolo-3, oppure, quanto letto in formato PDF Guida_Bruges-amiamocie@com

Ed ora, dopo tutta questa lettura, vi portiamo con noi:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...