10 giorni a Copenaghen!?!? “Ma non sono troppi?”

Prima tappa: 10 giorni a Copenaghen!

“Ma non sono troppi?”

Catturap.PNG

Se vuoi sentirti rilassata, serena, beata, felice, senza preoccupazioni, nostress, paneamoreefantasia come Rosamunde Pilcher o Inga Lindstrome o vivere come Cenerentola , dopo il”just married”, devi venire qui: in Danimarca. Dove c’è il popolo più sereno e felice del mondo. Dove la qualità della vita è altissima, dove il numero di alberi e bici è maggiore della popolazione stessa. Dove tutto funziona benissimo e dove ogni giorno ti regaleranno una miriade di sorrisi.

Ma attenzione, dovete sapere dove andare perchè, fuori Copenaghen, non tutto è popolato.

Dove abbiamo soggiornato?

First Hotel Twentyseven, 4 stelle, dal 9 al 18 agosto, con colazione, camera matrimoniale,€ 1.449.

Potrebbe, a primo impatto, sembrare molto caro, ma, calcolando i prezzi della città, la qualità dell’albergo, della colazione e della centralità, è stato tutto ottimo. E’ centralissimo e permette di visitare la città a piedi. L’abbiamo però prenotato molto tempo prima, circa 6-7 mesi prima,per bloccare il prezzo.

Da e verso l’aeroporto?

Una volta giunti in aeroporto, spostarsi in centro città è molto semplice:

  1. Sia perchè avrete a disposizione personale che vi accoglie, vi cambia valuta, vi fà il biglietto e vi mette sul treno.
  2. Sia perchè una volta sul treno le fermate fino al centro città sono 3 ed il viaggio durerà circa 15 minuti.

I biglietti, in direzione “Copenaghen Centro” anzi “København”, possono essere facilmente acquistati, alle biglietterie automatiche, in corone danesi, moneta locale. I treni (www.dsb.dk) collegano, all’incirca ogni 12 min, il terminal degli arrivi dell’aeroporto alla stazione centrale di Copenaghen (København H) . Il tragitto dura 14 min (Dkr36-circa 5 euro).

ae.jpg

Dove mangiare?

Sicuramente, tappa importantissima è il Copenaghen Street Food,Trangravsvej 14, 7/8, 1436 København K . Si trova subito dopo il porto vecchio, “Nyhavn” e dopo il ponte. E’ un capannone di una vecchia fabbrica, pieno di stand con cibo da tutto il mondo. Si sta veramente “Strit strit”(stretti stretti) quando è pieno di gente, ma ne vale  la pena,sia per pranzo che per cena. Di sera è molto più bello. Dopo le 21 però gli stand potrebbero chiudere. Prezzi medi circa 10 euro.

Restaurant PUKVandkunsten 8, 1467 København . Se volete, vi conviene sempre prenotare qui  un tavolo https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g189541-d785704-Reviews-Restaurant_Puk-Copenhagen_Zealand.html , oppure recarvi verso le 19.30 avendo la possibilità di trovare un posto all’esterno. Appena si esce dall’Hotel, bisogna andare sulla destra , percorrere qualche metro e lo ritroviamo sulla sinistra in una piazzetta. Piatti ottimi e prezzi abbordabili, facendo sempre riferimento agli standard di questa città. Abbiamo mangiato qui spesse volte, QUASI SEMPRE. I nostri piatti principali sono stati a base di Salmone, ovviamente.

Mangiate poi in uno di quei  ristoranti che propongono menù turistici proprio sul porto vecchio “Nyhavn”. Magari, il cibo non sarà eccellente, ma il posto merita tanto. Si deve!

Tra i più “famosi” in città ci sono:

Ida Davidsen è probabilmente il posto più celebre di Copenaghen per assaggiare uno smørrebrød. Il menu è lungo 140 centimetri.

Kronbor è noto soprattutto per i pranzi e le cene di Natale.

Grøften è uno dei ristoranti più antichi della città, si trova all’interno del Tivoli e propone, oltre agli smørrebrød, molti piatti della tradizione danese.

Noma, uno dei ristoranti più famosi al mondo. pioniere della cucina New Nordic votato per molti anni ristorante migliore del mondo e stellato dalla Guida Michelin insieme ad altri 15 ristoranti della capitale danese.

I ristoranti più esclusivi sono il Noma, il Geranium e il Kadeau, oggi la cucina New
Nordic sta prendendo piede anche in locali più informali e abbordabili, tra i quali meritano di essere citati l’Höst, il Manfreds og Vin, il Kødbyens Fiskebar e il ‘fratello minore’ del Kadeau, il Pony.

Dopo le 22, incontrerete seri problemi a trovare una cucina aperta, troverete però conforto nel Mc Donald’s.

Cosa mangiare?

Lo skyr (formaggio fresco a base di latte acido), le uova di quaglia sottaceto, le classiche frikadeller (polpette) o di sild (aringa affumicata) o abbuffarsi con il celebre smørrebrød. Le zuppe tradizionali come la Gronkalsuppe (zuppa di cavolo verde); il Danablu, formaggio danese DOP molto famoso; i piatti a base di carne di maiale (come il Floeskesteg, l’Aebleflcesk o la Medisterpolse); il Broendende Koerlighed, il cosiddetto ‘amore infuocato‘.

Vediamo, quindi, alcuni piatti:

1

Prawn cocktail served with homemade dressing, 88 DKK, (a sinistra, nella foto in basso) da Puk Restaurant.

Cocktail di gamberi con salsa, fatta in casa, tipicamente alle mille erbe.

2

3

4

Selection of Danish cheeses served with pickled plums, 98 DKK, da Puk Restaurant.(foto centrale in basso).

Selezione di formaggi danesi serviti con crostini.

Homemade pickled salmon served with sweet mustard sauce, 98 DKK, da puk restaurant (foto in basso a sinistra).

Salmone affumicato con mostarda.

Smoked salmon served with Danish smoked cheese cream and fresh herbs on toasted rye bread, 98 DKK, da puk restaurant (foto in basso a destra).

Salmone affumicato con formaggio danese affumicato e verdure.

5

6

Cosa bere?

“Noi Danesi, siamo come voi italiani. Prima di ogni pasto, a stomaco vuoto, beviamo la grappa”. Coooossa!?!?!?!?!?

Gammel Dansk, Spesso viene consumato di mattina, a colazione: i Danesi non si fanno scrupoli pur di sorseggiare un po’ di Gammel Dansk. Quindi non stupirti se vedi dei Danesi consumare del liquore al posto del tradizionale caffè o limoncello.

Hyldeblomstsaft,Si tratta del soft drink probabilmente più amato dai Danesi. Viene prodotto con estratto concentrato di fiori di Sambuco, dolcificato con delle zucchero per renderlo più delicato sul palato.Quando fa freddo, l’Hyldeblomstsaft viene servito caldo. Da provare in entrambe le versioni: estiva ed invernale!

Birra,la bevanda nazionale della Danimarca.La Carlsberg è Danese. A Copenaghen puoi anche visitare il famoso birrificio del noto marchio di bionde.( http://danimarcadavedere.it/cosa-fare-a-copenaghen/copenaghen-centro/2013/02/07/la-birreria-carlsberg-a-copenaghen_276 ). La birra che, però,da non lasciarsi scappare è la birra Stronzo.

Akvavit, un’altra bevanda alcolica  simile alla Vodka. Altre bevande che puoi assaggiare sono gli Snaps, il Mjød, lo Smørgåsbord Eggnog e il Danish Egg Coffee. Quest’ultimo farà la “gioia” dei puristi dell’Espresso, dato che si tratta di un caffè con l’aggiunta di un uovo.

Come terminare un pasto?

Conditori La Glace, Skoubogade 3 (sulla Stroget), Copenhagen 1158. Con fette di torta a partire da Dkr 57, dolci a partire da Dkr 36; h:8.30-18.00 lun-ven, h:9-18 sab, h:10-18 dom, chiuso Pasqua – set;

E’la “migliore” pasticceria di Copenaghen, o meglio la più antica! In una piccola traversa della celebre “walking street” di Copenaghen, si trova questa pasticceria che risale al 1870,  con una vetrina di torte davvero bellissime. Se siete dei golosoni,questo è il posto che fa per voi! Accompagnate i vostri pasticcini con della cioccolata calda 🙂

Cattura1.PNG

I dolci da provare in Danimarca  sono i Wienerbrod, gli Aebleskiver e il Rodgrod med flode.

Cosa vedere?

Nyhavn, il porto antico. Nyhavn è l’antico porto di Copenaghen. Si trova nel centro della città; oggi corrisponde al porto storico nonostante il suo nome significhi Porto nuovo. Si può raggiungere a piedi dall’Hotel. Si trova dopo la Stroget e prima del Copenaghen Street Food.

Cattura2.PNG

Copenaghen Street Food. Una volta a Nyhavn, dovete attraversare il ponte e prendere la prima strada sulla sinistra. Sicuramente la folla vi indicherà la strada.

Little Marmaid (La Sirenetta). La statua della Sirenetta è una scultura bronzea alta 1,25 m e dal peso di 175 kg, situata all’ingresso del porto di Copenaghen. Raggiungerla a piedi è una bella sfacchinata, ,a vi permetterà di vedere tanto altro lungo il tragitto,come “colui che pensa” 🙂Catturau.PNG

Giardini di Tivoli, adulti/under 8 – Dkr99/ gratuito; h11-22 dom-gio, 11-12.30 ven, 11-24 sab, inizio apr-fine set, orario ridotto nel resto dell’anno;  (København H).

E’ raggiungibile in 2 minuti a piedi dall’hotel.Affascinante insieme di giostre, giardini fioriti, padiglioni smaglianti, spettacoli all’aperto e attrazioni varie. Vi consigliamo di visitare il Tivoli in un venerdì estivo, quando a partire dalle 22 è possibile assistere a esibizioni gratuite di rockband danesi sul palco all’aperto del Plænen; a volte suonano anche artisti di fama internazionale, nel qual caso conviene arrivare presto per assicurarsi un posto. Alle 22 c’è anche uno spettacolo di luci (il video è presente sul nostro canale) ed alle 00 i fuochi d’artificio.
Gli spettacoli all’aperto sono gratuiti, mentre, solitamente, si paga l’ingresso per gli spettacoli al chiuso. Per maggiori informazioni sulle varie sedi degli spettacoli, il programma e i prezzi, consultate il sito internet. Ad empio il giorno di Ferragosto è stato festeggiato il compleanno del Tivoli, con uno spettacolo Piromusicale mozzafiato.

Il cuore della capitale danese è costituito da Rådhuspladsen,dove è situato il nostro hotel,

la grande piazza centrale, delimitata su un lato dal municipio (rådhus) e dalla parte opposta dal cantiere della metropolitana.

Catturac.PNG

La famosa strada dello shopping di Copenaghen, la pedonale Strøget, si dirama dal lato nord-orientale di Rådhuspladsen, mentre lo storico parco divertimenti Tivoli risplende a sud-ovest.

Christiania, Christianshavn è il quartiere dei canali di Copenaghen. Situato nella zona orientale della città ed è percorso da una rete di canali che prendono a modello quelli olandesi. Un’altra analogia con la liberale capitale dei Paesi Bassi è costituita dall’attrattiva più famosa della zona, il quartiere alternativo di Christiania.

Cattura1.PNG

Nationalmuseet (Museo Nazionale; cartina p52; http://www.natmus.dk; Ny Vestergade 10; h10-17 mar-dom; c; g1A, 2A, 11A,33, 40, 66, dS-tog København H) F Se desiderate approfondire le vostre conoscenze sulla storia e sulla cultura della Danimarca, vi consigliamo di trascorrere un pomeriggio nel Nationalmuseet.

Ny Carlsberg Glyptotek (cartina p52; http://www.glyptoteket.dk; Dantes Plads 7, HC Andersens Blvd; interi/bambini Dkr75/gratuito, dom ingresso gratuito; h11-17 mar-dom; g1A, 2A, 11A, 33, 40, 66, dS-tog København H). L’edificio fin de siècle della Ny Carlsberg Glyptotek è l’affascinante cornice di un eclettico mix di opere d’arte classica (il più grande del Nord Europa), cui si aggiunge una straordinaria collezione di arte francese e danese del XIX secolo.

Rådhus,(Municipio; cartina p52; h7.45-17 lun-ven, 10-13 sab;g12, 26, 33, 1A, 2A, 11A, 40, 66, dS-tog København H). Ingresso gratuito.

Strøget e il Quartiere Latino, la via pedonale piena dinegozi e attraversa il centro storico snodandosi da Rådhuspladsen a Kongens Nytorv.
Principale via dello shopping di Copenaghen, è formata, in realtà, da cinque strade contigue ed è sempre piena di gente che fa shopping e…mangia!

Rundetårn . (Torre R R otonda; cartina p52; http://www.rundetaarn.dk; Købmagergade 52; interi/bambini Dkr25/5; h10-20 fine mag-fine set, orario ridotto nel resto dell’anno; osservatorio in genere 19-21 mar e mer ott e marzo, 18-21 mar e mer nov-feb; g5A, 14, 11A, mNørreport) Salendo sulla sommità di questa torre di mattoni rossi alta 34,8 m potrete ammirare la città dall’alto.Il fatto che la torre sia ancora utilizzata come osservatorio la rende l’osservatorio astronomico più antico d’Europa tuttora in funzione.

Il palazzo di Amalienborg, residenza ufficiale dei Reali danesi.

Il palazzo di Christiansborg è un palazzo reale di Copenaghen, in Danimarca, posto sull’isoletta di Slotsholmen, nel centro storico della capitale, oggi sede del parlamento danese e degli uffici del primo ministro e della suprema corte di Danimarca.

Kastellet, è un’antica fortificazione militare della città di Copenaghen, aperta al pubblico, con ordinate casette rosse dai tetti spioventi.

k.PNG

Il Teatro dell’Opera di Copenaghen è il teatro nazionale della Danimarca, e tra i più moderni teatri d’opera del mondo. È anche uno dei teatri d’opera più costosi mai costruiti

La fontana di Gefion si trova a Copenaghen nelle vicinanze della celebre statua della Sirenetta, e raffigura la leggenda della nascita della Zelanda.

Vesterbro era un tempo il quartiere a luci rosse di Copenaghen, oggi è invece zona di locali, soprattutto nel Meatpacking, e di ristoranti

Gite fuori porta?

  • Mons Klint
  • Malmo

Escursioni in treno

  • Roskilde
  • Kronborg, il castello di Amleto

Fermata Metro: Helsingør (44 min)

  • Frederiksborg

Fermata Metro: Hillerød (44 min)

Quando andare?

Il periodo migliore è quello compreso tra maggio e agosto, quando le giornate sono lunghe e”più calde”. Tra le manifestazioni ,in questo periodo, abbiamo il Distortion a giugno, il Copenhagen Jazz Festival a luglio, lo Strøm e il Copenhagen Pride in agosto. Mentre i  superfreddi novembre e dicembre cercano di contrastare il gelo con i mercatini natalizi, le luminarie e il gløgg (vin brûlé).

Se non lo avete ancora fatto, vi invito a vedere il nostro video dello spettacolo delle luci nei giardini di Tivoli:

 

Segui l’intero Tour:

Seconda Tappa: Roskilde, il fiordo e le navi vichinghe (CLICCA QUI).

Terza Tappa: Il Castello di Kronborg (CLICCA QUI).

Quarta Tappa: Il Castello di Frederiksborg (CLICCA QUI).

Quinta Tappa: Mons Klint (CLICCA QUI).

Sesta Tappa: Malmo (CLICCA QUI).

Settimana Tappa: Billund – Legoland (CLICCA QUI).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...