Dinant: Lì dove nacque il Sax

brux
Painting by Ela Dobrowolska

In Belgio, c’è un posto incantato. Tra natura e favole, nasce Dinant. Una volta visto, vorrete immortalarlo, come noi abbiam fatto, su di un quadro. Così, anche se lontani, saremo sempre lì.

Come arrivare?

Dinant si trova sulla riva del fiume Meuse, nella provincia del Namur, a circa un’ora di auto a sud di Bruxelles e 30 minuti a sud di Namur, la capitale della regione.
Si deve innanzitutto raggiungere Bruxelles. Noi tramite una giusta combinazione easyjet, abbiamo volato da Napoli, andata e ritorno, con soli 66€, senza bagagli da stiva.

Dinant, si può raggiungere in treno (l’intercity) da Bruxelles Central, in un’ora e 25 minuti giungerete a destinazione. La stazione di Dinant è in pieno centro, circa 5 minuti a piedi dal fiume.

Se fate come noi, invece, da Bruxelles Zaventem Airport, si può prendere direttamente il treno per Dinant. Ci metterà circa due ore e mezza. Il biglietto, compreso delle tasse aeroportuali “Diabolo”, costa circa 12/13 €.

Dove dormire?

La cittadina presenta vari (non moltissimi) hotel all’interno del piccolo centro storico e, soprattutto, lungo il fiume. Noi abbiamo soggiornato all’interno dell’IBIS Dinant Centre, dotato di una terrazza mozzafiato e facilmente raggiungibile a piedi. Sono state 2 le notti, a 137 €. Nei pressi dell’Hotel è abbastanza facile rifornirsi in supermercati e piccoli pub.

 

Cosa vedere?

Innazitutto, la cittadina è percorribile a piedi e ricorda, principalmente, due personaggi: Adolph Sax (l’inventore del Sax) e Charles De Gaulle, difensore di Dinant dai Tedeschi, durante la guerra.

Charles-de-Gaulle Bridge: Il ponte dei Sax. E’ il centro di Dinant.

 

Adolphe Sax Statue e Maison de Monsieur Sax: La statua di Adolph Sax ed il museo del Sax.

t5

 

Charles de Gaulle Statue: La statua in onore del salvatore della cittadina dalla furia dei tedeschi, il generale Charles de Gaulle.

 

Church of Our Lady (Collegiale Notre-Dame): La Cattedrale gotica di Dinant, simbolo della cittadina.

 

La Citadelle de Dinant: una fortezza, che sovrasta la cattedrale, raggiungibile o con una faticosa scalinata, oppure con una comoda funivia al costo di 6€.

Cosa mangiare?

In Belgio, come descritto nell’articolo di Bruxelles, di tipico ci sono le patatine fritte e cozze, anche se qui di tipico e di buoni ristoranti abbiamo trovato ben poco. Di buono qui abbiamo mangiato le crocchette di gamberi.

c3

 

Dopo i pasti, è consigliato concludere con ottimi pancakes, con qualsiasi gusto possibile ed immaginabile e l’immancabile cioccolata belga. Per quanto è buona, è consigliabile anche in estate.

d1

 

Dove mangiare?

Anche se non si direbbe, Dinant è un ritrovo dei ricchi belga. Se non prestate attenzione ad un ristorante dal buon aspetto, potreste capitarne in uno lussuoso, non troppo economico. Noi consigliamo il semplice Cafè Leffe. Affaccia direttamente sul fiume. Inoltre, è abbastanza “economico”, infatti con due pasti e due bibite il totale è stato di circa 25/30€ a coppia. Il punto forte sono sia la posizione e sia le crocchette di gamberi.

 

Per concludere i pasti, basta recarsi a fianco, da Solbrun , tipica cioccolateria belga, che affaccia direttamente sul fiume, con dolci “esagerati” ed unica cioccolata belga.

Questo è l’unico posto culinario imperdibile!

 

Quando andare?

Dinant è una cittadina piccola (visitabile in 2 giorni completi), consigliata esclusivamente d’estate, perchè, oltre a godersi dei colori caratteristici di una cittadina di fiume, potrete svolgere vari sport, quali kayak ed escursioni in montagna e, soprattutto, tutte le attività, sono aperte.

Tra le escursioni, consigliamo quella del castello di Walzin. Visionarlo è possibile solo via mare, poichè privato e situato in una zona inaccessibile.

 

Come spostarsi?

Dinant, una volta raggiunta tramite treno, è completamente visitabile a piedi, a meno di escursioni “sportive” o la visita di luoghi che non fanno parte di questa cittadina.

 

Per scoprire altri posti del Belgio, clicca qui:

Bruges – Alla scoperta della favola di Bruges

Bruxelles – Cose che nessuno mai si sarebbe aspettato da Bruxelles

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...